La depressione è un disturbo dell ‘umore che per essere diagnosticato deve essere presente da ed interferire nelle funzioni sociali, amicali e familiari nonché lavorative della persona.

Nell’ alterazione del tono dell’umore rientrano la depressione, la mania e l’ umore misto.

La depressione è caratterizzata da tristezza, diminuzione della spinta vitale e idee pessimistiche fino a pensieri autolesivi. La mania invece al contrario da eccessiva euforia, logorrea, aumento della velocità del pensiero fino al delirio. L’umore misto è caratterizzato dalla presenza di sintomi depressivi e maniacali insieme è detto anche  “umore disforico”.  A volte si possono sviluppare disturbi dove si alternano periodi di depressione  ad altri di mania. In questo caso si parla di disturbo bipolare.

Altra sindrome importante è la depressione post-partum  che colpisce molte donne alla nascita soprattutto del primo figlio.

La depressione è molto frequente come disturbo è seconda solamente all’ ansia. Dagli studi fatti sembrerebbe che alcuni cambiamenti della società occidentale possano favorire una diffusione maggiore di questi disturbi.

Chiaramente non tutte le modificazioni del tono dell’ umore sono da considerarsi patologiche.

Sotto i 18 anni si può riscontrare un “disturbo di disregolazione  dell’ umore” caratterizzato da persistente irritabilità che porta frequentemente  (almeno 3 volte a settimana) a scatti di rabbia e aggressività.

In genere l’esordio è fra i 6 e 10 anni.  Questo disturbo spesso evolve nell ‘adolescenza e nell ‘età adulta in un disturbo d’ansia o in una depressione.

Il disturbo depressivo persistente  chiamato in passato distimia, è caratterizzato  da un umore depresso cronico per almeno 2 anni.

Nel DSM 5 è stato introdotto anche il  “disturbo disforico premestruale”, caratterizzato da labilità emotiva, irritabilità, umore basso, ansia marcata, senso di fatica, difficoltà di concentrazione, cambiamenti   dell ‘ appetito e alcuni sintomi fisici (dolori e gonfiore).

In alcuni momenti della vita capita a tutti di avere sentimenti di tristezza, di sconforto e di pessimismo.

Gli eventi della vita come lutti, separazioni, conflitti, abbandoni succedono a tutti noi ma a volte non si riesce a superarli e da qui può subentrare un disturbo depressivo.

La cura a seconda della gravità viene effettuata sia con psicofarmaci che con la , spesso associate insieme.

 

TAG