Il termine si adopera in riferimento ad un approccio psicoterapeutico  rivolto a tutta la famiglia. Ciò serve a modificare le dinamiche relazionali tra i vari membri della famiglia con l’obiettivo di migliorare il funzionamento della stessa e anche dei singoli componenti.

La famiglia è vista come “sistema”, cioè come un insieme  dove le singole parti interagiscono e lo costituiscono. Per questo ogni “sistema” è unico.

Durante questo tipo di terapia si prende in carico tutta la famiglia e le dinamiche interpersonali che lo caratterizzano.

La famiglia ha un suo ciclo vitale cioè una nascita , una crescita, una fase di svincolo e anche una fine.

Spesso durante questo ciclo vi può essere un ostacolo per cui il processo naturale si blocca, da qui possono nascere tante problematiche.  Ci possono essere bambini o adolescenti con comportamenti anomali, con problemi di tossicodipendenza o con anoressia nervosa.  Diventa fondamentale vedere tutta la famiglia per capire cosa sta succedendo in quella famiglia, cosa vuole segnalare ad esempio quel bambino con quel disturbo.

La   è una terapia dove partecipano tutti i componenti della famiglia e a volte anche i nonni. La frequenza è settimanale  per poi diventare quindicinale.